mercoledì 29 giugno 2016

La curiosa storia di Brad "Scar" Vaughn, il pro-player di Mortal Kombat X a cui vietarono di eseguire Fatality.

Brad "Scar" Vaughn - Panda Global
Panda Global è un'organizzazione nordamericana dedicata agli sport elettronici che vanta, tra le sue fila, molti grossi nomi trai i giocatori professionisti.
Poco prima delle finalissime della terza stagione di ESL Mortal Kombat X Pro League (durante le quali si è classificato al 4° posto, vedi "Risultati ESL MKX Pro League Season 3"), Brad "Scar" Vaughn è stato messo sotto contratto da Panda Global.

Ad annunciarlo è stato Alan Bunney, amministratore delegato di Panda Global:
"Brad è uno dei migliori giocatori di Mortal Kombat al mondo. Quello che ci piace di lui sono la sua attitudine e la sua etica. Il suo è un nome molto conosciuto tra gli appassionati di picchiaduro e siamo orgogliosi di avere con noi una persona del genere".

Ma il contratto di Scar includeva una curiosa clausola che gli vietava categoricamente di eseguire Fatality al termine dei suoi match e non solo...
Inoltre, in caso di sconfitta, è stato chiesto a Scar di uscire dall'incontro se il suo avversario cercherà di eseguire una Fatality, in modo da interrompere la sanguinosa sequenza.

Questa limitazione non ha infastidito Scar che ha dichiarato:
"E' un onore far parte di un'organizzazione che si preoccupa veramente per i propri atleti e li aiuta ad eccellere. Spero di aiutare Panda Global a raggiungere grandi risultati".

I fan della saga di Mortal Kombat, invece, sono stati molto meno accomodanti.
Il divieto di eseguire Fatality è stato visto come un'ipocrita forma di censura che privava Mortal Kombat di una delle caratteristiche che lo hanno reso famoso nel mondo.
Perchè Panda Global vieta le Fatality, ma non le Brutality o gli impressionanti attacchi X-Ray?
Esistono molti picchiaduro adatti a tutti, allora perchè Panda Global si dedica ad un gioco vietato ai minori di 18 anni se poi non è in grado di affrontarne le conseguenze?

In seguito alle proteste dei fan e alla pubblicità negativa portata dalla diffusione di questa notizia, Alan Bunney, amministratore delegato di Panda Global, ha rivisto la posizione dell'organizzazione:
"Panda Global vuole rispettare la storia e le tradizioni di Mortal Kombat e tutelare i risultati raggiunti da Scar. Lui è un giocatore incredibile e noi non vogliamo che la nostra decisione gravi sulle sue spalle durante le competizioni, quindi abbiamo deciso di rivedere la nostra clausola. Noi amiamo lo stile e l'atmosfera di Mortal Kombat e abbiamo capito che le Fatality sono una parte importante del gioco in grado di emozionare gli spettatori che seguono i tornei".

Se trovate interessanti i nostri articoli, prendete in considerazione la possibilità di effettuare una piccola donazione.

Fonti:
AUTORE:

Naka

Fondatore, webmaster, caporedattore, moderatore.

Classe 1980, è cresciuto nelle sale giochi, in mezzo ai cabinati. 
Affascinato dai ninja e appassionato di picchiaduro fin dalla più tenera età, non poteva che innamorarsi all'istante della saga di Mortal Kombat.
Nel corso degli anni ha partecipato ad alcuni tornei, da Tekken 3 fino a Street Fighter 4  (passando per Dead or Alive, BlazBlue ed altri ancora).
Adora la competizione sebbene inizialmente ad attirarlo siano stati i personaggi dei picchiaduro, il loro design e la loro storia...
Specializzato in informatica, è sempre attento e interessato agli aspetti più tecnici dei beat'em up. 
Nel 2008 ha fondato Mortal Kombat Addicted per condividere anche con gli altri la passione per il suo primo amore: la mitica saga di Mortal Kombat. 


0 commenti:

Posta un commento

Per ulteriori informazioni sui commenti consulta la sezione F.A.Q.