sabato 1 agosto 2015

Progetto: "Insert Coin: inside Midway's '90s revolution". Un documentario sui capolavori Midway anni '90: da Mortal Kombat a NBA Jam.

Josh Tsui, ex-dipendente Midway e attuale presidente (e co-fondatore) della software house Robomodo, sta realizzando un progetto sorprendente: un documentario dedicato alla storia della defunta Midway Games, responsabile, tra le altre cose, della creazione di tutti i capitoli della saga di Mortal Kombat compresi tra MK1 (1992) e MK: Armageddon (2006).

Ma per trasformare questo sogno in realtà ha bisogno del vostro aiuto!
 
Josh Tsui ha lanciato una campagna di crowdfunding tramite il sito Kickstarter con lo scopo di raccogliere fondi per il suo progetto che porterà sotto i riflettori l'epica storia dei fenomenali videogiochi targati Midway, veri e propri pezzi di storia degli anni '90.

Ecco un piccolo assaggio del genere di informazioni esclusive (vere e proprie chicche) che saranno incluse nel documentario "Insert Coin: inside Midway's '90s revolution".
"L'entourage di Van Damme voleva trattare per i diritti di Universal Soldier. 
A noi interessava solamente Van Damme".
John Tobias (co-creatore della saga di Mortal Kombat) ci svela i retroscena della nascita di Mortal Kombat 1 (1992).

"L'NFL ci disse: 'noi ce ne laviamo le mani, questo progetto è semplicemente troppo violento'".
Mark Turmell  ci parla della reazione dei vertici NFL, quando videro per la prima volta il gioco "NFL Blitz" (1997).

A volte creare un videogioco può essere molto pericoloso...

"...l'ultima cosa che ricordo è che mi trovavo nel vicolo, con la testa immersa in una pozza del mio stesso vomito".
Sal Divita  (co-creatore di NBA Jam e Wrestlemania) racconta un'epica serata al bar con i wrestler della WWE.

Il mitico wrestler Yokozuna (RIP) con il suo manager Mr. Fuji durante la realizzazione del videogioco Wrestlemania (1998).

Lo stesso Josh Tsui, nel periodo in cui lavorava per Midway Games.

"Lui mi scagliò in aria e io mi slogai un ginocchio... allora gli dissi di prendermi per la testa e di trascinarmi fuori dal palco".
Kerri Hoskins Branson  (la Sonya Blade di Mortal Kombat 3) parla di un suo infortunio avvenuto in scena, durante il Mortal Kombat Live Tour.

Sonya Blade in una delle tante sequenze inedite che verranno incluse nel documentario.

Sonya Blade (Kerri Hoskins Branson) con il wrestler Bam Bam Bigelow durante l'evento per celebrare il lancio di Wrestlemania (1998).

Se volete contribuire anche voi alla realizzazione di questo splendido documentario (che includerà tonnellate di materiale inedito riguardanti la nostra saga preferita) visitate la pagina di Kickstarter dedicata al progetto, cliccando sul link sottostante:


Se trovate interessanti i nostri articoli, prendete in considerazione la possibilità di effettuare una piccola donazione.

0 commenti:

Posta un commento

Per ulteriori informazioni sui commenti consulta la sezione F.A.Q.