venerdì 25 marzo 2011

10 motivi per credere nel nuovo Mortal Kombat (2011).


Come recitava il poster appeso nell'oscuro ufficio di Fox Mulder, divenuto uno dei simboli della serie X-Files, "I Want to believe"!
Ed ecco perchè mi permetto di essere ottimista:

1) Dal 3D al 2D. Devo ammetterlo: i capitoli più recenti della serie Mortal Kombat erano picchiaduro appena sufficienti (da 7, se siete dei fan sfegatati), ma nessuno di loro, da Mortal Kombat IV a Mortal Kombat Armageddon, può nemmeno lontanamente competere con i capitoli bidimensionali.

2) Fan service. Lo stesso co-creatore di MK, Ed Boon, ha dichiarato che questo gioco è puro fan service: rievocherà (e in parte rivisiterà) l'atmosfera classica dei primi Mortal Kombat e la produzione presterà grandissima attenzione riguardo a tutti i piccoli particolari che non hanno un peso reale sulla trama o sul gameplay, ma sono presenti per soddisfare le richieste dei fan di vecchia data di Mortal Kombat. Credo che, trattandosi di fan service in un picchiaduro, si faccia riferimento a camei, omaggi, citazioni, e segreti di vario genere creati ad hoc per noi fan.

3) Grafica all'altezza. Ho visionato molti video in-game di questo nuovo gioiellino e sento di poter affermare che la grafica mi sembra molto ben fatta. Finalmente ci siamo lasciati alle spalle i grossolani modelli poligonali delle ultime fatiche targate Midway ed ora i personaggi ed i fondali risultano molto più piacevoli e curati.

4) Sangue quasi perfetto. Era ora! Questa miglioria merita un paio di parole: il sangue è sempre stato protagonista in Mortal Kombat, ma la sua realizzazione è peggiorata in maniera costante! Finalmente la svolta è arrivata: il sangue non è mai stato così realistico! Gocciola, cola, sporca e tutto con grande naturalezza. Bene bene bene!

5) Vietato ai minori di 18 anni. Nel comprensibile tentativo di allargare il loro bacino di utenti e, magari, evitare problemi con la censura, Ed Boon & soci avevano effettuato delle scelte che finirono nel penalizzare il brand. A partire da Mortal Kombat Deadly Alliance in poi, i giochi marchiati MK, furono giudicati dagli organi competenti nei vari Paesi del mondo come non adatti ai minori di 13, 15 e al massimo 16 anni. Per ottenere questo risultato, a mio modo di vedere, snaturarono moltissimo l'atmosfera del gioco, rovinandolo. Mortal Kombat (2011), da quello che ho visto, non corre questo rischio (per dirla con un eufemismo)! :D


6) EVO 2011. Per chi non lo sapesse, l'EVO è la più importante manifestazione mondiale competitiva dedicata ai picchiaduro. Quest'anno, per la prima volta, un gioco della serie Mortal Kombat sarà presente a questo torneo di altissimo livello (Annuncio ufficiale). Questo mi fa ben sperare, perchè, da sempre, i creatori dell'EVO scelgono solo i giochi migliori dal punto di vista del gameplay e del bilanciamento. Che Mortal Kombat (2011) sia finalmente riuscito a colmare le lacune che lo separavano dalle grandi produzioni giapponesi?!?

7) X-Ray Moves. Ebbene si, ora anche Mortal Kombat ha la sua barretta da caricare per dar vita a devastanti super attacchi. La suddetta barra si divide in tre settori e permette di dar vita a colpi differenti: abbiamo il Breaker (non vi ricorda Killer Istinct: "Co-co-co-combooo Breaker!!"?!?), cioè un contrattacco in grado di interrompere le combo degli avversari, già presente nelle ultime incarnazioni del brand; abbiamo poi la possibilità di potenziare gli attacchi speciali (come già accade in SFIV e SSFIV) ed infine abbiamo il famigerato colpo X-Ray, in altre parole, è il massimo della violenza sconsiderata: la pressione di due semplici pulsanti attivano una mossa in cui vediamo le radiografie in tempo reale degli avversari, mentre assistiamo ai danni interni, ossei, muscolari e agli organi, del malcapitato, per poi concludere con un prosciugamento di buona parte della barra energetica dell'avversario. Inutile dire che i video sono davvero spettacolari e ben curati, soprattutto considerando che i vari personaggi non umani godono di uno scheletro personalizzato! Ecco un video (by IGN) che mostra alcune X-Ray moves in azione:


8) La Trama. La trama?!?! In un picchiaduro?!? Eh già! Dopo Mortal Kombat Armageddon mi sono chiesto spesso: "cosa si inventeranno adesso per continuare?". Ed Boon & soci mi hanno stupito positivamente trovando una "scusa" ingeniosa per permetterci di rivivere i capitoli più belli di questa serie. Parlerò della trama di Mortal Kombat (2011) in uno dei prossimi post, ma posso anticiparvi di aver apprezzato la loro idea e, giudicando dai filmati on-line e dalle dichiarazioni degli addetti ai lavori, la modalità Storia sembra davvero ben fatta...

9) Tante belle modalità. Non è la prima volta che Mortal Kombat propone una modalità Tag Team, la Krypta, oppure una modalità On-Line (anche se mai con una quantità di opzioni così diversificata), ma è certamente la prima volta in cui potremo cimentarci nella Challenge Tower! Si tratta di una serie di 300 sfide (trecento!!) che sembrano molto divertenti, varie e ben strutturate; giudicate voi!


10) La scelta del roster. I personaggi ed i fondali che saranno presenti nel prossimo Mortal Kombat, sono i miei preferiti in assoluto! Praticamente perfetti! Niente più oscenità come Darrius, Mavado, Dairou, Hsu Hao, Kobra e compagnia bella che inficiavano enormemente la qualità del prodotto finale. Si trattava di lottatori mal caratterizzati e privi di carisma, mi auguro che finiscano nel dimenticatoio. Per recuperare i pochissimi personaggi ben fatti durante la fase 3D della serie, c'è sempre la possibilità di aggiungerli successivamente sotto forma di DLC! That's good!

NOTIZIA DELL'ULTIMA ORA: oggi Ed Boon ha dichiarato: "per ora non siamo pronti ad annunciare nulla, ma amiamo i nostri giocatori Xbox 360 così come amiamo i nostri giocatori PS3, e penso che ognuno di loro avrà qualcosa di cui essere contento".
Spero vivamente che, per quanto concerne l'esclusiva Xbox 360, si tratti di una modalità aggiuntiva: odio l'idea di un personaggio inserito a forza in un contesto che non gli appartiene... Piuttosto preferirei non avere nessun extra.

0 commenti:

Posta un commento

Per ulteriori informazioni sui commenti consulta la sezione F.A.Q.